Il format di sushi Melo Sushi si basa su un concetto molto semplice, una fusione Italia Giappone dove vengono esaltate le…

Il format di sushi Melo Sushi si basa su un concetto molto semplice, una fusione Italia Giappone dove vengono esaltate le particolarità dei prodotti della cucina italiana con una reinterpretazione ulteriore del sushi come già si consuma all’estero. Il segreto è tutto qui, un taglio alle ricette in chiave italiana che passa attraverso l’utilizzo di materie prime di grande qualità e identità: dal pesto DOP, alle mele del Trentino.

Il sushi all’Italiana appassiona i nostri connazionali e anche i grandi chef: Moreno Cedroni, 2 stelle Michelin con la sua Madonnina del Pescatore, aveva già esplorato questa strada tanto da farne un libro per addetti ai lavori, Sushi e Sushi editato nel 2014 da Biblioteca Culinaria.

La storia del founder

Oscar Wilde affermava che: “Un pompelmo è un limone che ha colto un opportunità”. Così è stato anche per questo ambizioso progetto che ha visto nella figura di Giuseppe Ferronato, e di sua figlia Martina, imprenditori e investitori che hanno creduto nella persona prima ancora del prodotto e che, attraverso le loro competenze, management ed esperienza imprenditoriale, hanno permesso lo sviluppo e la creazione di MeloSushi holding, pronta alla sbarco nazionale.

Ma partiamo dall’inizio.

Nicola Zaccarelli classe ’82, amante del sushi, lo consuma come cliente in tutti i ristoranti che incontra, una passione che parte dagli inizi del 2000 mentre viveva a Bologna da studente.

Sono gli anni dell’avvento delle formule all you can eat e Nicola, Zac per gli amici, intuisce che è un mercato che sta cambiando, non si ritrova in quei luoghi, sia per etica che per qualità del prodotto.

 

Nicola Zaccarelli – Melo Sushi

 

Da qui la svolta, comincia a fare pratica da solo e auto produce in casa quello che consuma, poi un corso specialistico e da lì un crescendo: diventa un sushi man e il 28 gennaio 2018 organizza la sua prima cena sushi a domicilio. Il successo è immediato, la sua agenda si riempie fino a quando decide di aprire un laboratorio perché la domanda aumenta. Con il servizio di catering e le cene private, il laboratorio diventa il primo punto vendita di Melo Sushi. Il lavoro triplica e la struttura comincia a prendere forma, assume il suo primo collaboratore e i catering servono anche 100 persone in contemporanea, è il momento di espandersi e il 14 Febbraio 2019 (nulla avviene per caso) come in un atto d’amore, nasce Melo Sushi srl.

I fondamentali per Nicola sono:

  • Materia prima freschissima, anche il riso è Italiano, il progetto vede un legame forte con i fornitori che hanno una storia da raccontare, un prodotto di qualità e un valore in quello che fanno.
  • Massimo rispetto delle procedure, della sicurezza alimentare (vista l’offerta è fondamentale)
  • Ricette inedite (che puoi vedere qui), nascono dalla fantasia del founder, dal volere cercare, innovare.

Le ricette vengono tutte provate da Nicola che si affida al suo palato, alla sua esperienza nella prima valutazione delle novità, poi la prova con lo staff. Raggiunta l’eccellenza, secondo il suo parere, tutto viene standardizzato e passato agli altri punti vendita.

Una curiosità: Nicola visita tutti i punti vendita per provare le ricette sia quelle nuove sia i classici per verificare il mantenimento degli standard.

Organizzazione del format

I punti vendita sono quattro: Forlì che è anche Head Quarter, Faenza, Milano Marittima, Casalecchio di Reno, entro il 2020 Riccione. Tutti in gestione diretta, ognuno lavora in loco la materia prima secondo standard stabiliti a livello centrale. Le dimensioni medie, ideali per un format di sushi come questo, sono 80 mq tra cucina, magazzino e piccola sala per consumo in autonomia. Il focus è il laboratorio e la comunicazione sul banco di ricezione. Il mix tra take away e la possibilità di consumare in loco ma sempre senza servizio è la formula che meglio si colloca nella strategia, l’obiettivo è quello di aprirsi al franchising su scala nazionale.

Il marchio Melo Sushi

Se ne è parlato anche recentemente sui giornali perché ammicca a doppi sensi. A nostro parere una geniale idea di marketing, logo peraltro disegnato da una donna, in realtà nasce da un ragionamento sulla lingua. Nicola voleva trasmettere il concetto di qualità che passa attraverso l’ingresso in bocca, la lingua è la porta del palato e buona parte delle sensazioni passano proprio dalla lingua. Le parole: sushi che racconta di cosa si tratta, Me, Te sono parole molto usate in Romagna et voilà Melo Sushi.

Proprio in questi giorni è stato effettuato un rebranding: Me&lo Sushi con la & commerciale e la descrizione Italian fusion con la bandiera Italiana che lo rendono pronto per il lancio al franchising e la visione nazionale. C’è grande coerenza tra il marchio, gli arredi, il packaging, il merchandising fino allo studio di una linea di prodotti a marchio, il tutto pensato per campagne di marketing per trasformarsi come i grandi, da marchio a brand.

Ci sono tutti gli elementi per un caso di successo, la promessa è mantenuta per i clienti sotto tutti i punti di vista.

Il futuro

L’ingresso di un socio investitore ha dato impulso e forza economica allo sviluppo del marchio. L’obiettivo è presidiare le provincie, essere in mezzo alla gente. Alla domanda che abbiamo posto a Nicola “Perché lo definiresti un format vincente?” ci ha risposto cosi: “Perché se mi metto nei panni dei clienti è il format di sushi che sceglierei io, stimola la curiosità, nel giapponese ci sono sempre le stesse cose, un cliente dovrebbe venire perché siamo maniaci della qualità!”

Il parere degli esperti GpStudios: perché funziona?

Ha tutte le caratteristiche del format scalabile. Se mantiene fede alla promessa di quello che noi chiamiamo back office operativo organizzato (ovvero gli standard dei processi), è facilmente replicabile. Il nome è geniale, facile, attrattivo e le dimensioni fisiche e di investimento economico lo rendono fortemente appetibile al mercato degli investitori.

Sentiremo ancora parlare di questo format di sushi. Se vuoi trovi qui altri trend relativi al sushi.