Si sa, la posizione è uno dei principali criteri di scelta, quando si deve selezionare un hotel dove pernottare. E…

Si sa, la posizione è uno dei principali criteri di scelta, quando si deve selezionare un hotel dove pernottare. E sì, la posizione ha un grande impatto sulla domanda che il tuo hotel genererà e di conseguenza sul prezzo.

Quindi, quando si avvia un nuovo hotel, il processo di selezione della location è un passaggio chiave che non dovrebbe essere preso troppo alla leggera.

Le best practices per scegliere una location ad hoc

Ecco alcune considerazioni che i maggiori Guru mondiali invitano a fare, e le “best practices” consigliate per scegliere la location perfetta per il nostro progetto dei sogni.

Innanzitutto, è molto importante rimanere obiettivi nel processo di selezione del sito. E’ facile che, nel giudizio rispetto alla fattibiltà di un hotel e alla scelta di una location, veniamo condizionati dall’idea di vedere il nostro sogno diventare realtà.
Cerchiamo quindi la massima razionalità, perché se la posizione ha delle criticità maggiori di quelle preventivate, non saremo in grado di soddisfare le nostre proiezioni finanziarie. E ciò porterà al nostro nuovo business  un sacco di problemi, trasformando il sogno in incubo.

La valutazione della location del tuo hotel sarà quindi il fattore principale del tuo successo: d’altronde, quando chiesero a Conrad Hilton quali fossero i 3 fattori decisivi per un hotel, la risposta fu: location, location, location.

Di cosa hanno bisogno i tuoi clienti?

Primo passo fondamentale: di cosa avranno bisogno i nostri clienti? Ovviamente, per avere una risposta a questa domanda, bisogna conoscere bene il nostro target di riferimento!

La posizione scelta è comoda rispetto ai motivi per cui il cliente viene nella tua destinazione? Quanto sarà facile arrivare dove devono essere? Perché ricorda che non vengono per il tuo hotel, hanno un altro motivo di viaggio!

Quale posizione cercano i tuoi ospiti? Com’è la loro sensibilità al prezzo? Stanno cercando un trade-off tra prezzo e posizione? O preferiscono pagare un premio e essere nel bel mezzo della città in una posizione privilegiata?

Hai vicinanza con punti di interesse come: area commerciale, attrazioni turistiche, parco industriale, ospedale, aeroporto, incrocio principale per il traffico ecc.? E’  ben collegato con i mezzi di trasporto?
Qual è l’offerta circostante rispetto a servizi ausiliari come bar, ristoranti ecc… E questi servizi come si integrano con il modello di hotel che abbiamo in mente? Rappresentano una valorizzazione oppure un handicap?

Tutte queste considerazioni sono necessarie per capire a fondo la sostenibilità del nostro progetto. E’ chiaro che essere in prossimità dell’autostrada potrebbe essere un vantaggio per un hotel pensato per business travalers. Ma anche  un problema per un hotel leisure, dove il silenzio ed il paesaggio sono i veri elementi di scelta.

 

Conosci il mercato?

Chiarito che la location che abbiamo in mente si sposa perfettamente con il nostro concept alberghiero, ecco che dobbiamo affrontare il secondo passaggio: cioè l’analisi del mercato!

In particolare dobbiamo soffermarci e analizzare quali sono i nostri competitor ( i loro prezzi, il loro tasso di occupazione ecc.. ). E di che livello sono: sono hotel di catena? Sono strutture datate oppure nuove? Quanti mesi di apertura / chiusura hanno?

Attenzione, potrebbe essere difficile reperire dati precisi ( gli albergatori sono sempre abbastanza “riservati, per cosi dire… ). In questo caso, cerchiamo di compensare con gli occhi e la conoscenza: una ricerca su booking.com può permetterci di avere una idea dei prezzi della location e della occupazione tendenziale.Mentre “vivere” il posto permette di tastare il polso dei potenziali clienti, capendo chi sono, le nazionalità ecc…

Sai prevedere il futuro?

E’ molto importante anche fare uno sforzo di immaginazione – il più possibile basato su informazioni, ovviamente – per capire quali saranno gli sviluppi futuri della zona in cui vorremmo implementare la nostra struttura.

E’ una zona in espansione? Ci sono progetti futuri che possono portarci dei benefici, oppure siamo in una zona un po’ “cotta”?

Cerchiamo sempre di fare uno sforzo di immaginazione di 5-10 anni: come sarà la nostra area?
Fare gli indovini non è mai facile. Molto spesso neanche le grandi catene ci riescono, facendo l’errore di pensare che il loro hotel possa riqualificare una zona, un quartiere o una destinazione, ma in realtà è sempre il contrario!

L’intuizione geniale è quella di riuscire a individuare una location in una destinazione in rampa di lancio, dove i costi ed il mercato permettano di avere buoni margini insieme ad una solida crescita futura.

Porsi le domande giuste

Quindi, in breve, dobbiamo porci queste domande:

  1. A quali segmenti di mercato e a quale target punti? Quali sono i bisogni dei tuoi futuri ospiti?
  2. La tua posizione soddisfa le esigenze di questi segmenti di mercato?
  3. La destinazione in cui ti trovi ha un futuro roseo davanti a sé?
  4. I dati del mercato e dei competitor sono incoraggianti?

Se le risposte a queste ultime domande sono tutte un convinto e ragionato SI, allora ti resta solo una cosa da fare: allaccia le cinture e parti. E ricordati quello che diceva Hilton: Location, Location, Location!!