Aprirà l’8 aprile 2020, all’interno della Stazione Centrale di Milano, il nuovo mercato degli artigiani del cibo. Un progetto di…

Aprirà l’8 aprile 2020, all’interno della Stazione Centrale di Milano, il nuovo mercato degli artigiani del cibo.

Un progetto di riqualificazione della zona di Milano Centrale

Bando ai panini al volo e alle bottigliette d’acqua del distributore automatico. La ristorazione delle stazioni ferroviarie italiane, in particolare nelle grandi città, si evolve e strizza l’occhio alla qualità e al gusto.

E così anche a Milano è in arrivo un vero e proprio mercato biologico, con mille posti a sedere. Non sarà però un luogo deputato esclusivamente al buon cibo. Il Mercato Centrale si propone anche come contenitore  di produzione e divulgazione di cultura, dalla musica all’arte, con il progetto culturale di Alessio Bertallot dj, musicista e conduttore radiofonico.

Dall’attenzione al gusto e dalla qualità…

Dopo Firenze, Roma e Torino, anche Milano aderisce a un progetto di riqualificazione della zona della Stazione Centrale. In tutto, sono stati investiti  7 milioni di euro per riqualificare l’area di 4.500 mq,  che ospiterà 25 botteghe all’insegna del gusto e delle specialità gastronomiche del territorio locale e nazionale.

All’interno del mercato biologico, i viaggiatori (e non solo) avranno a disposizione un caseificio, botteghe con specialità cinesi e americane (con cotture a bassa temperatura), una macelleria di sola carne chianina e, non ultimo, uno spazio dedicato a frutta e verdura, ma anche ai frullati. Chi lo desidera potrà attivare il frullatore producendo energia pedalando su una bicicletta.

… alla promozione di arte e cultura

Come già anticipato, all’interno di questo contesto dedicato al gusto non mancheranno gli spazi all’insegna dell’arte e della cultura. Grazie al progetto Mi-Side, si potrà andare alla scoperta di Milano guidati dalle voci di artisti e musicisti.

L’idea del progetto del Mercato Centrale

Il Mercato Centrale nasce da un’idea dell’imprenditore della ristorazione Umberto Montano e dall’esperienza del gruppo Human Company, leader in Italia nel settore del turismo all’aria aperta, co-fondatore del progetto.

L’intento è quello di riqualificare un’intera area offrendo servizi di qualità al passo con le esigenze di viaggiatori (e non), che attraversano e vivono questi luoghi.

Un format che sta avendo successo, quello delle food court, così come la formula del mercato-bistrò. Il segreto della buona riuscita del progetto Mercato Centrale? La sua replicabilità, sempre basata su tre punti fermi, di un’idea semplice ma forte: la volontà di riportare al centro la figura degli artigiani del gusto, farlo in una piazza della bontà restituita alla città, con un linguaggio nuovo, fatto di condivisione e cultura.

 

 

Vorresti dare vita anche tu a un format di successo nel mondo della ristorazione?

Partecipa al Master in Marketing Restaurant Strategy di GpStudios: iscriviti subito e blocca uno degli ultimi posti disponibili!

a Forlì, il  9 e 10 marzo 2020.