Il turismo sportivo rappresenta un settore in continua ascesa e una notevole fonte di opportunità per l’economia italiana. In particolare brilla…

Il turismo sportivo rappresenta un settore in continua ascesa e una notevole fonte di opportunità per l’economia italiana. In particolare brilla di luce propria il turismo del calcio, preziosa risorsa per il nostro Paese specie se associato a una forte politica di marketing.

Sempre più tour operator si trovano così ad orientare la propria offerta su pacchetti turistici studiati per la partecipazione agli eventi calcistici, abbinandoli con esperienze enogastronomiche e itinerari di viaggio alla scoperta del territorio. I principali operatori che beneficiano di questi flussi sono le strutture ricettive (incremento dei pernottamenti), i ristoratori (aumento dei coperti) e i commercianti (incremento di vendite al dettaglio per generi alimentari, abbigliamento, articoli come souvenir, ecc.).

Ma qual è la meta preferita dai “viaggiatori nel pallone”? 

Secondo un’indagine svolta da Ticketbis, l’Italia non sembrerebbe sul podio delle mete preferite. Lo studio riporta infatti una preferenza per la Premier League inglese da parte dei nordamericani, per la Bundesliga tedesca da parte dei giapponesi, e per la Liga spagnola da parte di inglesi e francesi.

Goalnomics identifica proprio nella Liga il campionato calcistico in grado di attrarre più turisti, provenienti da ben 19 nazioni diverse e desiderosi di visitare gli stadi spagnoli e di vedere le partite di campionato. La Liga spagnola si classifica così come manifestazione che vende il maggior numero di biglietti ai turisti stranieri, raccogliendo anche i risultati della dispendiosa campagna di marketing realizzata nel 2010 per la promozione della Spagna come maggiore destinazione turistica per gli appassionati di sport.

Le nazionalità che hanno visitato maggiormente gli stadi dei più noti club spagnoli (FC Barcelona, Real Madrid, Atlético Madrid e Valencia CF) nel 2015 sono stati francesi, britannici, coreani e italiani.

Grande intesa tra Italia e Spagna, che scambiano flussi di turisti: sempre secondo questo studio, la Serie A italiana sarebbe l’unica delle quattro grandi competizioni nazionali a registrare una presenza rilevante di turisti spagnoli. Ci pensano poi francesi e tedeschi (per un totale di 37,5%) ad affollare tutti gli stadi di calcio dello stivale.

I top visitor sul podio per le squadre italiane sono i francesi, giapponesi, cinesi, tedeschi e nordamericani.

Turismo del calcio: la Liga spagnola in testa alla classifica
La provenienza dei visitatori stranieri degli stadi di Milan, Juventus e Inter in occasione degli incontri di serie A

Proprio il capoluogo lombardo, patria di Milan e Inter, ospiterà l’attesissima finale di Champions League tra Real Madrid e Atlético Madrid il prossimo 28 maggio. A Milano già si respira l’aria di preparativi, sia per l’importante match che per il Champions Festival, appuntamento che farà frizzare la città per 4 giorni. In cinque luoghi simbolo della città – che per l’occasione costituiranno la Walk of Champions – non mancheranno infatti musica, occasioni di divertimento e ovviamente il calcio.

Sono attesi grandi flussi per l’inaugurazione della Champions Gallery, nella serata di mercoledì 26 maggio, per la quale i grandi campioni delle squadre milanesi hanno già partecipato ad una campagna promozionale che verrà diffusa a ridosso dell’evento. La mostra, situata all’interno dell’area festival, proporrà una raccolta di immagini che raccontano la storia delle competizioni più amate del turismo del calcio, nonché le maglie dei 32 club protagonisti della fase a gironi di questa stagione.

Il festival prevede anche diverse attività sportive dedicate al pubblico (tornei per le diverse categorie di calciatori, ecc.), mentre sarà riservato alle famose personalità del passato l’Ultimate Champions Match, programmata per il 27 maggio.

Una guida al turismo del calcio

Per chi voglia prendere parte al turismo del calcio, può prendere spunto dalla guida di Massimo Marianella, telecronista Sky che ha raccolto circa 2.500 viaggi in giro per gli stadi europei in “Dove ti porta il calcio – Tour d’Europa attraverso gli stadi”. 

Un diario itinerante che contiene storie di stadi e squadre ma anche indicazioni precise di alloggio e punti di ristoro, per entrare a gamba tesa nel mondo del turismo del calcio.