Abbiamo chiesto al Dott. Oates cosa ne pensa del futuro degli hotel e di come possono raggiungere il successo definendo…

futuro degli hotel: intervista greg oates

Abbiamo chiesto al Dott. Oates cosa ne pensa del futuro degli hotel e di come possono raggiungere il successo definendo la propria identità.

Greg OatesEditore di Travel and Leisure.com, editore di 200rooms il blog americano che si occupa di viaggi e hotel, scrittore affermato, direttore di Oates.co azienda Usa che si occupa di industria turistica. E’ esperto di strategie di promozione e sviluppo alberghiero.

In questa intervista Oates ci spiega come la tecnologia può aiutare un hotel a crescere nella propria identità ed evolversi per soddisfare le esigenze di viaggio delle generazioni future.

Quali sono i primi passi per ricreare un’esperienza di viaggio che è progettata per il singolo individuo? Nel suo recente rapporto sul Turismo, afferma che il futuro degli hotel è dare ai clienti “la libertà di fare quello che vogliono, quando e come vogliono”, con la possibilità di condividere le esperienze in modo indipendente e simile. Come possono gli alberghi fornire questo ai loro ospiti?

Il design degli Hotel della prossima generazione incorporerà un sacco di diversi ambienti pubblici, concepiti per stimolare le persone in modi diversi. Le persone potranno interagire in quegli spazi muovendosi da uno all’altro secondo i propri capricci, sia che vorranno stare da soli con i loro dispositivi in un tranquillo spazio contemplativo o attivamente essere in contatto con persone in uno spazio fisico.
La tecnologia offre anche opzioni per personalizzare l’esperienza di viaggio. Gli Alberghi naturalmente possono monitorare e fornire viaggi personalizzati per gli ospiti mediante il loro profilo nel programma di fidelizzazione. Iniziative come pareti della lobby a video, applicazioni di viaggio, il check-in, blog dedicati, speciali eventi sulle proprietà e partnership di comunità danno la possibilità ai viaggiatori di sperimentare un hotel e la sua destinazione secondo la loro volontà.

Dove possono gli alberghi iniziare a collegarsi con il mondo del turismo on-line? Cosa consiglierebbe alle piccole imprese, ad una start up o ad un hotel a gestione familiare?

Fotografia e video avvincenti di tendenza possono differenziare un prodotto alberghiero nel suo mercato competitivo, una percentuale molto piccola di hotel stanno già in realtà lavorando e creando con questo tipo di visione. Consiglierei anche un blog ben fatto per incoraggiare il coinvolgimento e prenotazioni dirette. Il valore di un sito o un blog ben aggiornato sulla base delle migliori attività e offerte giornaliere, è spesso sottovalutata ma offre grandi potenzialità.

Se con l’aumento della tecnologia, l’ospitalità diventa minore interazione umana, come può un hotel definire se stesso? Come possono gli hotel distinguersi tra loro se i clienti prenotano una camera basato sul valore di facciata e non di contenuto?

Penso che sia uno dei grandi miti nel mondo turistico di oggi, che la tecnologia stia trasformando l’ospitalità in qualcosa di meno umano. Vedo le tendenze tecnologiche come un qualcosa in più, un valore aggiunto che fornisce più opzioni per i clienti ad interagire tra loro.

Lei afferma che i viaggiatori vogliono di più e che stanno ridefinendo le strategie con la loro differente domanda e conoscenza tecnologica. Come possono le start-up crescere al passo di queste richieste con pochi soldi e pochi investimenti?

Quando dico “più” mi riferisco ad una più profonda, più ricca e condivisa esperienza di viaggio. Le aziende hanno bisogno di esprimere cosa significa per loro il prodotto nel modo più chiaro e autentico possibile.

Quale tendenza vede nel futuro degli hotel nel corso dei prossimi 3-5 anni? Come pensa che gli hotel risponderanno a clienti dipendenti dalla tecnologia?

Nessuno lo sa davvero. Oggi, abbiamo tutte queste reti, ma alla fine ci saranno reti di reti per collegare i viaggiatori con la stessa visione, in un hotel e la sua destinazione. Credo che gli alberghi diventeranno dei contenitori della condivisione di conoscenze dove si potranno leggere i commenti degli ospiti in tempo reale, nello stesso albergo dove si sta soggiornando su tutti gli argomenti, incontrare persone e creare nuove relazioni, e coinvolgere praticamente il pre ed il post viaggio.