Novembre, tempo di meditare sui regali di Natale e sulle vacanze di fine anno. Se date un’occhiata a Google Trends,…

Novembre, tempo di meditare sui regali di Natale e sulle vacanze di fine anno. Se date un’occhiata a Google Trends, constaterete infatti come questo sia il mese in cui, ininterrottamente da un decennio, vengano maggiormente digitate in abbinata le voci di ricerca Natale+Viaggi.

I trend natalizi cominciano solitamente a manifestarsi a settembre, quando le vacanze estive sono ormai archiviate, per poi ridiscendere già durante il mese di dicembre. Dunque, è tempo di muoversi.

i trend natalizi per creare un'offerta di Natale per hotel

Sul fronte della ricerca di informazioni, al momento le regioni che si dimostrano più attive sono quelle che qui sotto vedete indicate con le tinte più scure, ossia quelle del centro-nord, con Piemonte, Liguria e Toscana ad occupare il podio.creare un'offerta di Natale per hotel

Quali sono i trend natalizi

I due trend più gettonati risultano essere i Mercatini di Natale e le Offerte. Dunque, chi la fortuna di custodire nella propria manica entrambi gli assi, è a cavallo. Se, invece, si è in possesso solo del secondo, occorre procedere con cautela nel creare un’offerta di Natale per hotel. Senza sottovalutare il fatto che anche le curve relative alle voci Offerte di Capodanno e Offerte Hotel Capodanno stanno iniziando la loro fase ascendente.

Il grafico qui sotto evidenzia l’andamento (alla data in cui si scrive) dei trend natalizi in merito alle voci:

  • capodanno offerte
  • natale viaggi
  • offerte hotel capodanno
  • offerte natale viaggicreare un'offerta di Natale per hotel

Utilizzando lo stesso strumento di indagine (gratuito) si possono ovviamente indagare altre voci digitate dagli utenti per le loro ricerche in rete e, in particolare, andrebbero tenute d’occhio quelle a cui si ritiene possa essere sensibile la propria specifica clientela (es: vacanze sulla neve, capodanno ai tropici, capodanno al mare, ecc.).

Nel creare un’offerta di Natale per hotel i trend non vanno letti in chiave assoluta, ma sfruttati come indicatore di massima sui comportamenti dell’utenza online.

Cosa proporre però all’ospite che si dimostri eventualmente interessato alla vostra proposta? E, soprattutto, come creare un’offerta di Natale per chi invece ancora non avesse effettuato una scelta precisa?

6 consigli per creare un’offerta di Natale per hotel

Gli esperti della materia avvisano che non è sufficiente inserire la parola ‘offerta’ nelle diverse comunicazioni per catturare il cliente. Sempre più accurato nella scelta e nella verifica di quanto gli viene promesso, quest’ultimo va infatti conquistato con le armi della correttezza e della trasparenza.

Ecco, allora, qualche consiglio per creare un’offerta di Natale per hotel:

  1. Prima di tutto, semplificate al massimo le condizioni dell’offerta, per facilitare il cliente nella comparazione con i competitor. La trasparenza, lo abbiamo detto, è sempre premiante.
  2. Rendete immediatamente chiaro che la quotazione in offerta non verrà più ulteriormente scontata, in modo da disincentivare l’eventuale posticipazione dell’acquisto.
  3. Le ricerche di mercato segnalano che il download delle app aumenta sensibilmente nel periodo natalizio, per un accresciuto desiderio di divertimento. Se, quindi, il vostro territorio o la vostra struttura ne possiedono una, fate in modo che sia scaricabile nel modo più semplice e rapido possibile.
  4. Evitate claim o messaggi superinflazionati quali “Offerta di Capodanno”, “Offerta imperdibile”, “Occasione Unica”, ecc. Non vi aiutano a caratterizzare la proposta e a differenziarla dalla massa dei concorrenti. Trovate invece un linguaggio in sintonia con i desiderata della vostra clientela-tipo. Il lavoro è certamente più impegnativo, ma indispensabile.
  5. Sfruttate le potenzialità dei social network per promuovere le vostre offerte, ma non postando i pdf delle locandine autoprodotte, bensì creando concorsi e contest appositi, oppure inserendo immagini e messaggi sul tema natalizio, in modo da coinvolgere i followers e invogliarli a condividere a loro volta i vostri contenuti. Ricordate: i social servono per instaurare una comunicazione fra pari, e non top-down come quella pubblicitaria.
  6. Infine, premiate chi verrà a trascorrere le vacanze di Natale da voi pensando, ad esempio, a un buono sconto da sfruttare in altre stagioni, sempre nel vostro territorio e nella vostra struttura.

E adesso buon lavoro e… Buon Natale a tutti!