Il concetto di lusso cambia sempre. Ve lo avevamo anticipato parlando di temporary restaurant e spontaneity suite, due format nei…

Il concetto di lusso cambia sempre. Ve lo avevamo anticipato parlando di temporary restaurant e spontaneity suite, due format nei quali l’idea di lusso supera gli aspetti prettamente materiali andando a orientarsi verso fattori psicologici, come l’esclusività dell’esperienza. Oggi parleremo del lusso circoscritto all’ambiente protagonista in hotel: la camera.

Quando si pensa a come rendere lussuosa la stanza d’albergo, l’immaginazione non può che correre subito verso un ambiente contraddistinto da materiali nobili, velluti, specchi e dorature. Ma oggi, nell’epoca di internet e della globalizzazione, sono ancora attuali questi stereotipi? Vivere nel lusso significa circondarsi di oggetti pregiati oppure godere di situazioni piacevoli, non necessariamente dispendiosissime?

Progettare la camera dell’hotel oggi non può prescindere da un attento studio ergonomico per disporre i complementi d’arredo e corredarli dei moderni dispositivi, ma se vogliamo ottenere un ambiente ospitale e lussuoso dobbiamo far sì che il complesso sappia anche creare emozioni. Come? Lo abbiamo chiesto ad un esperto di design, Cesare Francolini, titolare di Afa Arredamenti.

Cesare, cosa cercano i clienti dell’hotel oggi? Come possiamo farli sentire subito a proprio agio in una camera che non è quella di casa?

Le camere dell’hotel oggi devono emozionare. Il cliente vuole portare a casa un ricordo, qualcosa di “distintivo” che gli permetta di ricordare nel tempo quel particolare ambiente. Per questo occorre dare sempre il meglio sia nel servizio che nell’offerta.

L’aspettativa dei potenziali ospiti è chiaramente differente da persona a persona e da luogo a luogo: una struttura collocata in una città, frequentata prevalentemente da una clientela business, dovrà necessariamente avere certe peculiarità differenti da una struttura che ospita i propri clienti in un luogo di villeggiatura.

Vi faccio un esempio: un albergo nel centro di Milano, capitale italiana del design e dell’economia, dovrà offrire delle stanze in linea con lo spirito dinamico della città e che rispecchino lo status distinto degli ospiti. L’interior design sarà dunque indirizzato ad un arredamento razionale, prediligendo pochi complementi che mettano in risalto la qualità dei materiali e dettagli minimalisti ma ricercati (come il taglio di luce in verticale che delimita la testata di questo letto).

Diversamente, gli ospiti di un relais di una città d’arte apprezzano maggiormente un ambiente senza tempo, con arredi dalle linee essenziali e materiali di assoluta qualità. Ad esempio per un albergo di Firenze, Eden Rock, abbiamo scelto un arredamento particolare ma senza eccessivi sfarzi.Quindi qual è il segreto per fare la giusta scelta di arredamento?

Il collegamento con ciò che circonda l’hotel è un must. La natura dovrebbe vedersi dalla stanza, che si tratti di montagne, vallate o mare. L’ospite si deve sentire parte del luogo che visita, deve respirarne i valori veri. Ultimamente vediamo molto apprezzati gli arredamenti in legno e pietra, che creano continuità e armonia con l’ambiente.

L’importante è non dimenticare che ogni elemento della stanza deve essere funzionale a chi la vive, il cliente. Sempre più strutture lo stanno capendo e aggiornano la propria offerta con ambienti in grado di coccolare al meglio gli ospiti.

5 modi per rendere lussuosa la stanza d’albergo

Vediamo a questo punto le strategie da utilizzare per allestire camere che colpiscano i clienti e li facciano sentire circondati da un ambiente elegante e confortevole:

1. Il colore delle pareti

Una camera in cui i colori sono ben scelti affascina subito, al primo colpo d’occhio. La decisione è difficile, le opzioni sono principalmente due: colori scuri e intensi o tonalità morbide e sobrie. I colori che aiutano ad aggiungere fascino e a rendere lussuosa la stanza d’albergo sono quelli chiari e naturali, come beige, bianco, nocciola o crema. Tuttavia la scelta è strettamente collegata alle caratteristiche della struttura e soprattutto alla sua brand identity. Oggi vanno di molta anche le fantasie, come quella a righe utilizzata all’Hotel Vistamare di Cesenatico nella parete sopra il letto.

2. La scelta degli arredi
Nella maggior parte delle camere d’albergo mancano i dettagli necessari per portare davvero che tocco di eleganza all’ambiente. Da sempre nero e oro sono i colori che identificano il lusso, un elemento dorato in camera può cambiare l’aspetto dell’ambiente creando un’atmosfera elegante e raffinata. A patto però che non sia troppo: se ti piace, è sufficiente aggiungere una cornice, uno specchio o un tavolino dorato. Se invece trovi l’oro pacchiano, puoi sostituirlo con colori altrettanto lussuosi ma meno impegnativi, come l’argento o l’acciaio cromato. Questi colori riflettono la luce e rendono la camera più lussuosa senza appesantirla.

Per quanto riguarda i tessuti di mobili, copriletto o tende, non scegliere mai tonalità troppo diverse dal colore delle pareti. Fa in modo che siano di gradazioni simili oppure di colori complementari.

3. Accessori & Co.

Un accessorio con il quale ci si può sbizzarrire sono i cuscini: oltre a rendere comoda la stanza, se scelti con gusto i cuscini possono davvero contribuire a innalzare la sensazione di un ambiente di lusso. Posizionati sul letto o su una poltrona sono in grado, con una spesa decisamente irrisoria, di rendere l’ambiente originale, con l’impagabile vantaggio di poterli cambiare quando vuoi.

Per le stanze più minimal serviranno cuscini a tinta unita, in quanto le versioni multicolor non si adattano molto a questo stile di arredo. Al contrario, agli hotel arredati in stile vintage o shabby chic si addicono cuscini di diverse formati, colori e forme, che danno all’ambiente un’atmosfera invecchiata che tanti trovano accogliente. In ogni caso attenzione a non eccedere: il punto focale della stanza rimane il letto, che non deve affogare sotto un cumulo eccessivo di cuscini.

Se le pareti della camera ti sembrano troppo vuote, puoi aggiungere alcuni quadri, ma senza esagerare in numero e dimensioni. In albergo vanno per la maggiore paesaggi, animali, fiori o altri elementi naturali (anche qui dipende dall’immagine del tuo albergo).

4. Giochi di luce

La luminosità dona immediatamente eleganza e semplicità ad una stanza. Compra lampade da terra, da tavolo e lampadari, generando più fonti di luce nello stesso ambiente. L’illuminazione giusta saprà dare calore anche alle camere d’albergo più semplici.

Se hai la possibilità – questa opzione infatti è un po’ meno economica – prediligi la luce naturale attraverso vetrate grandi, che creano continuità tra lo spazio interno e l’ambiente esterno e danno una sensazione di maggior spazio.

Tieni conto anche delle tende: le opzioni qui sono davvero infinite, ciò che importa è che anche queste si integrino perfettamente al resto della stanza e che siano di buona fattura. In generale sono sconsigliati i colori troppo accesi, che tendono ad appesantire l’atmosfera. E’ una buona idea invece appendere le tende il più in alto possibile, in modo da riempire visivamente lo spazio e rendere lussuosa la stanza d’albergo.

5. L’eleganza dei fiori

Costano poco, profumano e rendono l’ambiente più bello. Sembra banale, ma un mazzo di fiori o una bella pianta è il tocco magico per creare la più lussuosa delle atmosfere. Qualora decidessi di acquistarli, posizionali in vasi abbinati con tutto il resto e soprattutto ricordati di curarli!

Potresti anche non mettere in pratica tutti questi consigli per rendere, ma non è un problema. L’importante è che tu riesca a trarne spunto per nuove idee e a metterle in pratica con cura. I risultati verranno da sé. E ti sorprenderanno.