Marketing con WhatsApp: 3 case histories di successo

By chiara baldoni
Apr 14th, 2017
70 Views

Marketing con WhatsApp: 3 case histories di successo

Utilizzato dalle aziende che desiderano promuoversi in maniera diretta e capillare, WhatsApp è in grado di dare vita a vere e proprie campagne di marketing praticamente a costo zero. Creando un filo diretto, un rapporto di conoscenza e fiducia con il singolo cliente.

WhatsApp ormai è nella vita di tutti, Millennials e non. Perché allora non approfittare della più nota applicazione mobile per attirare l’attenzione dei clienti?

Le liste broadcast di WhatsApp

Marketing con WhatsApp: 3 case histories di successoIl primo strumento che ci mette a disposizione la app è il broadcasting: è possibile utilizzare su WhatsApp la funzione Broadcast per raggiungere un numero elevato di persone contemporaneamente, con un messaggio diretto e personale. Le liste broadcast sono infatti elenchi salvati ai quali è possibile inviare messaggi ripetutamente, senza dover di volta in  volta selezionare i singoli destinatari.

Creare una lista è molto semplice: apri l’applicazione WhatsApp, tocca il tasto “Liste Broadcast” in alto sulla schermata Chat, clicca su “Nuova lista” in basso nella schermata delle liste broadcast. Dopodichè puoi iniziare a creare la lista, scrivendo il nome del contatto che stai pensando di aggiungere e cliccando “+” per selezionarlo dalla lista. E il gioco è fatto.

Per realizzare campagne marketing con WhatsApp, puoi creare gruppi diversificati a seconda delle preferenze o dei gusti del cliente, della fascia di età, della provenienza, eccetera. Il broadcasting è particolarmente efficace se hai un evento in programma, un’iniziativa da promuovere o semplicemente un’offerta speciale; con un solo messaggio sei in grado di raggiungere tutti i tuoi contatti. E lo farai in maniera mirata e personalizzata.

Direct marketing con WhatsApp

Se invece vuoi utilizzare WhatsApp come canale di comunicazione preferenziale con i tuoi clienti, è bene osservare alcune buone pratiche:

  • Condividi il tuo contatto WhatsApp sul sito web e sugli altri canali social. Ha senso infatti utilizzare l’applicazione solo quando hai raggiunto un determinato seguito sugli altri canali, sia online che offline.
  • Tempestività nelle risposte. Ricordiamoci che la comunicazione personalizzata, ossia rivolta al singolo cliente. Quindi anche la risposta dovrà essere celere e mirata. Come per gli altri canali social, anche il marketing con WhatsApp richiede la regola dell’immediatezza.
  • Essere impattanti. E’ consigliabile l’utilizzo di immagini per le tue comunicazioni poiché, come abbiamo più volte sottolineato, hanno più probabilità di attirare l’attenzione di chi riceve il messaggio.
  • Non solo comunicazioni commerciali. Infine, non utilizzare WhatsApp esclusivamente per comunicazioni fini alla vendita. L’intento primario è quello di “dialogare” con le persone. Ogni azione di marketing con WhatsApp deve essere volta a fidelizzare il cliente facendolo sentire parte di una élite a cui rivolgi attenzioni speciali.

3 casi a cui puoi ispirarti

Molte aziende leader utilizzano WhatsApp per importanti campagne marketing. Un esempio? Absolut Argentina, per promuovere il party esclusivo di lancio di una versione limitata della famosa bottiglia di vodka, ha creato Marketing con WhatsApp: 3 case histories di successouna campagna ad hoc su WhatsApp. Gli utenti iscritti avevano tre giorni di tempo per inviare i loro messaggi attraverso l’app ad un numero dedicato. Lo scopo era quello di convincere il “buttafuori” Sven a metterli in lista per il party. Absolute Vodka in quella occasione ha prodotto oltre 600 contatti, 3 giorni ininterrotti di chat e ha ricevuto più di 1.000 contenuti originali dai propri utenti, tra immagini, video e audio messaggi prodotti per convincere Sven.

Qual è il segreto del successo per la campagna Absolut? Essendo una piattaforma di messaggistica personale, su WhatsApp è consigliabile dare un nome e un volto alla marca, all’hotel o al ristorante. La figura dietro la gestione dell’account aziendale può anche essere una persona fittizia ideata ad hoc per la campagna. In tal modo rafforzerai la tua strategia comunicativa e ti aiuterà a dialogare in maniera più naturale con il cliente. Esattamente come ha fatto Absolut con Sven.

Un popolare ristorante di Delhi, The Liquor Ticker, ha scelto WhatsApp per simulare il funzionamento di un telegrafo. Gli utenti, dopo aver aggiunto il numero del locale nella rubrica del proprio smartphone, ricevevano comunicazioni in tempo reale, ma non nella modalità classica. L’immagine di profilo del ristorante era una gif che cambiava a seconda del messaggio che passava in quel momento come stato. Il tutto senza interrompere l’esperienza dei commensali con il classico suono di una notifica.

Ecco il video promozionale della campagna marketing con WhatsApp firmata The Liquor Ticker:

A dare nuovo lustro alla maionese ci ha pensato invece Hellmann’s con la campagna Whatscook. L’azienda produttrice della salsa ha trovato un modo non convenzionale per attirare l’attenzione dei propri clienti, che avevano la possibilità di consultare veri professionisti. Marketing con WhatsApp: 3 case histories di successoIl brand, per dimostrare la versatilità del prodotto, ha infatti invitato i consumatori a lasciare una foto del proprio frigorifero ed il numero di cellulare all’azienda, attraverso un’apposita pagina web, per poi attendere il messaggio dello chef e realizzare una squisita pietanza (con maionese e, soprattutto, senza dover uscire a fare spesa). I risultati del valore offerto da Hellmann’s? 13.000 utenti hanno ricevuto video, foto e consigli, oltre 500 piatti realizzati grazie a questa iniziativa sono stati condivisi online.

In conclusione,

Marketing con WhatsApp: 3 case histories di successoè sufficiente un po’ di creatività o semplicemente una buona idea per raggiungere la propria clientela e ampliare il proprio target.

Oramai è impossibile ignorare la portata di un mezzo di comunicazione come WhatsApp, un servizio in grado di passare in un anno e mezzo da 200 a 700 milioni di utenti attivi. Complici un’ampia diffusione di smartphone e tablet e la possibilità di connessioni 3G e 4G che permettono una navigazione piuttosto fluida e veloce.

Allora forza, è ora di fare marketing con WhatsApp!

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità

dal mondo del turismo e della ristorazione?

 

Iscriviti alla newsletter e ricevi

anche i nostri e-book gratuiti